15 giugno

15 giugno. Ho aspettato volutamente questa significativa data per fare un bilancio del nostro primo anno di attività; la pubblicazione del dossier Saville ha consegnato  alla storia repubblicana irlandese una giornata memorabile; dopo 38 anni finalmente è stata fatta piena verità su uno degli eccidi più feroci della recente storia europea. Credo che le 14 persone assassinate nel tristissimo Bloody Sunday meritino almeno un piccolo ricordo da parte del nostro club, in linea con quanto sta facendo il Celtic Football Club con l’annuale giornata commemorativa in ricordo delle vittime della Grande Carestia irlandese. Proprio questa forte connessione con la storia d’Irlanda ci impone il dovere di ricordare ragazzi appena diciassettenni e padri di famiglia che quella domenica del 30 gennaio 1972 scesero per le strade di Derry per protestare  per i diritti civili e che non fecero più ritorno a casa. Chiusa questa drammatica parentesi vorrei esprimere il mio ringraziamento al segretario Francesco Talini e a tutti coloro che si sono prodigati in questo primo anno di vita del Barga Celtic Supporters Club. I problemi all’ordine del giorno erano molti, quasi tutti derivati da un’iniziale imbarazzo di partenza che comunque abbiamo superato con slancio e determinazione. Dopo un promettente tesseramento che ci ha visto attestarci attorno alle 70 unità abbiamo affrontato il duro impegno dell’iniziativa di beneficienza, Barga sotto l’albero con i colori del Celtic, (di cui potrete trovare un ampio resoconto all’interno delle pagine del nostro sito); attraverso i nostri sforzi abbiamo raccolto una discreta somma che adesso è a disposizione delle casse del Gruppo Volontari della Solidarietà e che sarà messa al servizio dei ragazzi disabili che animano le loro attività di recupero e di inserimento. Il 17 e il 18 aprile abbiamo poi ospitato il 1° Meeting Nazionale dei Celtic Supporters Club presenti sul territorio nazionale (anche su questo evento il nostro sito è ricco di cronaca), due straordinarie giornate vissute attorno al senso di appartenenza che ruota attorno alle hoops bianco verdi.

Nonostante una stagione calcistica deludente, durante l’arco del campionato sono state molte le partite seguite calorosamente al Bar del PaoloGas; il picco è stato raggiunto in occasione delle partite che vedeva coinvolto il Celtic nel derby dell’old firm, e proprio grazie a questa esperienza abbiamo deciso che il prossimo anno le nostre cene sociali anticiperanno e o posticiperanno gli incontri tra il Celtic e il Ranger. L’idea è quella di coinvolgere il maggior numero possibile di tesserati per vivere una giornata “totale”, vissuta all’insegna dello sport, del divertimento e delle relazioni sociali. Altro impegno che ci stiamo assumendo è quello di iniziare a nutrire il nostro merchandising con prodotti identificativi, magliette, polo e quanto altro che possano essere il manifesto del nostro orgoglio e della nostra sana passione.

Entro la prossima metà di settembre si chiuderà la stagione del tesseramento relativa alla stagione 2010/11: invito chi ha già sottoscritto la tessera a rinnovarla direttamente anche per il prossimo anno perché la filosofia del Barga Celtic Supporters Club è quella di migliorarsi progressivamente nel tempo, di rafforzarsi grazie al vostro contributo umano e di riuscire ad essere sempre più propositivi e soprattutto coinvolgenti. Il rinnovo è possibile farlo direttamente al Bar del PaoloGas.

In progetto ci sono molte idee che aspettano soltanto una piccola spinta per essere trasformate in azioni concrete; tra di esse è già in corso l’organizzazione di una trasferta al Parkhead di Glasgow per assistere ad una partita di Scottish Premier League del Celtic che ci vedrà coinvolti assieme all’Italian Celts e di cui sapremo relazionarvi con maggiore precisione nel corso delle prossime settimane. Un caloroso saluti a tutti e auguri di buon lavoro ai componenti del direttivo, che avranno l’oneroso obbligo di tenere qualitativamente e quantitativamente alto il livello organizzativo e propositivo del Barga Celtic Supporters Club.


15th of June. I purposefully waited for this significant date to summarise our first year of activity. The publication of the Saville report has granted an historic and memorable day for Irish republicanism: finally after 38 years the truth has shed it’s light on one of the worst massacres of recent European history. I believe that the 14 innocents murdered on Bloody Sunday deserve at least some remembrance by our club, in line with what Celtic Football Club are preparing with the annual day of commemoration for the victims of An Gorta Mor (The Great Famine of Ireland).

It is due to this strong link with Irish history which compels us to remember the young lads of barely 18 years of age and the fathers with families, when the Civil rights marchers took to the streets of Derry and 14 never returned home again, after being gunned down by British Paratroopers on that dreadful Sunday 30th of January 1972

Moving away from this sad note, I would like to express my gratitude to club secretary Francesco Talini and all those who have been extremely helpful in this our first year of Barga Celtic Supporters Club. Many were the problems faced on a daily basis, almost all originating from a slightly embarrassing beginning which nevertheless, was overcome through effort and determination.

After a promising enrolment which saw us sign up around 70 members, we geared ourselves up for the hard task of the charity event, “Barga under the Christmas Tree in Celtic colours”, ( a substantial recount can be found within the pages of our website). With our combined effort we managed to collect a reasonable sum which is now available to the GVS (Gruppo Volontari della Solidarietà) and will be used for sport and recreational activities for disabled children.

On the 17th and 18th of April, we held the 1st National Meeting of Italian Celtic Supporters (this event is also chronicled on our website). Two extraordinary days experienced with a great sense of belonging with the green and white hoops.

Despite a disappointing football season (…now there’s an understatement. ED) throughout the course of the campaign, many of the games were followed enthusiastically at Bar Paolo Gas. The high points were the derby matches against Rangers, and thanks to this experience we have decided for next season to organise a social dinner either before or after every derby game against Rangers. The idea being to involve as many members as possible so that we all experience a “complete” day, replenished with sport, fun and entertainment. One further initiative we plan to undertake is the launch of our own merchandise of shirts, polos and other brand material, to demonstrate our pride and passion for the club.

By this up and coming mid-September, membership renewal for season 2010/11 will be due. We invite all our members to renew directly also for the following year, since the philosophy of Barga Celtic Supporters Club is to improve step-by-step in time, to gain in strength thanks to your contribution and ensure that we remain always purposeful and all-encompassing. Membership renewals can be made at Bar Paolo Gas.

There are many ideas in the mix, which only need one little push to make them become a reality. Of these, we have already underway a planned trip to Parkhead in Glasgow for a Scottish Premier League game with Celtic, together with our friends from Italian Celts. We will be able to provide more details in the course of the next few weeks. Warm salutations to all and wishes of success to all members of the committee, who have the honour to maintain a high level of quality and quantity of the organisation and scope of Barga Celtic Supporters Club.

Leave a Reply